AI NEL DIGITAL MARKETING: UN BENE O UN MALE?

L’Intelligenza Artificiale (IA) è sempre più al centro delle conversazioni nel mondo del Digital Marketing. I modi e i campi di applicazione di questo strumento sono svariati e la domanda da porsi è: in che modo vogliamo sfruttarlo?

Essendo Marketers vediamo l’IA come strumento capace di potenziare lo svolgimento delle nostre attività e non come sostituto dell’intelligenza umana. Infatti, nonostante riesca a fornire un supporto significativo, va specificato che nel marketing e nella comunicazione la creatività umana conserva un ruolo cruciale.

 

AI UNA RIVOLUZIONE, MA LA CREATIVITÀ RIMANE CENTRALE

Pur essendo in grado di automatizzare processi e ottimizzare attività, l’AI non può ancora sostituire completamente l’ingegno creativo umano né la capacità di comprendere le emozioni dei clienti. La creatività rimane un elemento chiave che consente di distinguersi dalla concorrenza attraverso la realizzazione di campagne e messaggi pubblicitari coinvolgenti e memorabili.

Ciò specificato, è chiaro che nel mondo del Digital Marketing l’AI stia rivoluzionando il modo di approcciarsi al lavoro, grazie soprattutto alla sua forma generativa. Questa capacità di produrre testi e contenuti partendo da uno stimolo testuale iniziale, offre nuove prospettive di creazione e personalizzazione.

Come ogni strumento che meriti studio e attenzione, anche l’AI pone l’uomo davanti ad alcuni rischi, facilmente superabili andando a stabilire degli standard che ne garantiscano la sicurezza e la trasparenza.

L’AI NEL PROCESSO STRATEGICO

Applicata al Digital Marketing, l’Intelligenza Artificiale potrebbe portare risvolti positivi nello svolgimento di diverse attività: nell’analisi di big dati e nello studio approfondito del target, nella previsione dei desideri dei consumatori e nell’analisi predittiva del loro comportamento, nel marketing strategico e nell’automation marketing.

Diversi studi hanno riscontrato che l’AI risulta uno strumento utile anche nel miglioramento dell’User Experience, portando così ad una conseguente diminuzione del tasso di abbandono degli utenti sui siti web e nella creazione di campagne di advertising online.

Dunque, se utilizzata come sostegno e non come sostituzione, l’AI risulta essere uno strumento non solo utile ma anche efficace ed efficiente nel mondo del marketing digitale.